PignetoToday

Da Tor Pignattara a Centocelle: ecco il cinema fatto dai bambini di Roma Est

Mercoledì 11 doppia presentazione al Cinema Aquila e alla Casa della Cultura

I bambini di Tor Pignattara e di Centocelle raccontano i loro quartieri. Il progetto si chiama "Videotelling. Il cinema fatto dai bambini di Roma Est" ed è coordinato dall’Istituto Comprensivo “Simonetta Salacone” in collaborazione con Associazione ArtedelContatto, Melting Pro Learning, dispàrte, Ecomuseo Casilino Ad duas Lauros, associazione CiaksipARTE, associazione Pisacane 011, finanziato da Miur e Mibact nell'ambito del "Piano nazionale cinema per le scuola".

Mercoledì 11 dicembre, con un doppio appuntamento, il percorso durato un anno verrà raccontato alla cittadinanza. La mattina, alle ore 10.30, al Nuovo Cinema Aquila la proiezione dei cortometraggi realizzati dalle classi dell'I.C. Simonetta Salacone. Il pomeriggio dalle 16.30 alle 18.30 presso la Casa della Cultura un incontro dedicato al cinema, alla scuola e alla valorizzazione dei territori attraverso il coinvolgimento dei bambini. 

"Dai murales dello street artist Diavù, al parco Villa De Sanctis fino ad arrivare alla scuola Carlo Pisacane dove ogni anno si festeggia la giornata internazionale dei migrante. Tor Pignattara e Centocelle viste attraverso gli occhi dei bambini sono quartieri belli, ma che possono migliorare", si legge in una nota. "Videotelling è scoperta, sperimentazione, coinvolgimento. Un progetto che si è trasformato in un grande set cinematografico".

Nel corso dell'evento, si legge ancora nel comunicato, "verrà proiettata una selezione dei corti realizzati e presentata la pubblicazione gratuita 'Zoom in Roma Est' nata per raccontare l'esperienza di Videotelling. L'evento sarà anche occasione di confronto tra i partner del progetto e i partecipanti su tematiche legate all'uso del linguaggio cinematografico nella didattica e alla valorizzazione dei patrimoni attraverso la narrazione e il coinvolgimento attivo dei cittadini".

Con 7 cortometraggi, un audio documentario, una mostra fotografica e una pubblicazione digitale, gli alunni dei quattro plessi dell'Istituto Comprensivo Simonetta Salacone mostrano uno spaccato inedito del loro territorio. Si tratta di una striscia di Roma tra Via Casilina e Via Prenestina. Uno dei quartieri più multiculturali della Capitale, ma soprattutto luogo di grande fermento sociale, sebbene con notevoli carenze di servizi e mancanza di strutture destinate alla cultura.

"Girare un cortometraggio in un parco come Villa De Sanctis o intervistare i residenti su ambiente e buone pratiche" spiega Simone Moraldi, responsabile scientifico di Videotelling "è un modo per gli alunni e le alunne di essere protagonisti dei luoghi che attraversano ogni giorno. E un quartiere in cui i bambini e le scuole sono presenti e vigili è un posto più sano e vivibile per tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento