PignetoToday

Commissione per l'accorpamento in V: 60 sedute non bastano, scatta la proroga

Nel prossimo consiglio municipale si voterà la proroga della Commissione per l'accorpamento degli ex Municipi VI e VII. 60 sedute non sono bastate a unificare i regolamenti

Nel prossimo consiglio Municipale, convocato per lunedì 23 dicembre, si voterà la proroga della Commissione Speciale per l'Accorpamento degli ex Municipi VI e VII. Sei mesi di lavoro e circa sessanta sedute non sono state sufficienti a unificare i regolamenti dei due ex municipi e i consiglieri chiedono tempo fino a luglio 2014. 

Così recita la proposta di deliberazione che verrà discussa in consiglio:  "Vista la complessità delle problematiche da affrontare, (il processo di accorpamento, ndr) necessita ancora di una fase di analisi ed approfondimento riguardo all’unificazione degli uffici  e servizi in sinergia con l’Amministrazione Centrale, al fine di indicare come organo politico gli indirizzi complessivi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Istituita il 17 luglio scorso, la commissione pesa non poco sulle casse Comunali. Ai consiglieri, che per partecipare alle riunioni hanno diritto di assentarsi dal lavoro, viene corrisposto un gettone di presenza qualora non abbiano già superato il tetto massimo di gettoni (fissato a 16) con le sedute di consiglio. Il Comune di Roma è inoltre tenuto a rimborsare i datori di lavoro per le assenze accumulate dai consiglieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento