PignetoToday

Tor Pignattara, alla Pisacane una 'pietra d'inciampo' per i morti nel Mediterraneo

La pietra sarà dedicata al giovane annegato con la pagella cucita nei vestiti. L'evento in occasione della Giornata globale contro il razzismo

In occasone della Giornata d’azione globale contro il razzismo e per i diritti delle persone migranti, che ricorre ogni anno il 18 dicembre, tornano le iniziative alla scuola elementare Carlo Pisacane di Tor Pignattara. Di fronte all'istituto scolastico verrà posizionata una pietra di inciampo in memoria del ragazzo annegato nel Mediterraneo con la pagella cucita nei vestiti. 

Sulla targa ci sarà scritto: "Al giovane del Mali morto il 18 aprile 2015 portando una pagella sul cuore. Questa scuola avrebbe accolto lui e le altre persone che annegano cercando di attraversare il mare". Altre pietre di inciampo in sua memoria saranno poste all’ingresso di ciascuna scuola dell’IC Simonetta Salacone.

"Quest’anno ci concentriamo con i bambini e le bambine sul tema della memoria", si legge in una nota. "Memorie d’inciampo", questo il nome dell'iniziativa "è il filo rosso che ci accompagna in questo percorso nei mesi di novembre e dicembre e oltre, per legarci all'idea del progetto “Pagella d'inciampo” nata da un’insegnante di Salerno e rilanciata e condivisa dal Tavolo Saltamuri anche con la campagna Mille Scuole Aperte". L'evento servirà anche a ricordare Muhammad Shahzad Khan ucciso nel 2014 in Via Pavoni. 

Un modo per dire che "i diritti e la memoria, l'accoglienza e lo scambio, il rispetto e il valore delle diversità non sono monumenti da ricordare un giorno e dimenticare gli altri 364, ma siano pensieri e azioni che ci guidano ogni istante". Il progetto, inoltre, inoltre ricorda anche l'iniziativa che ha trovato spazio anche a Roma e nella stessa Tor Pignattara "dedicata alle persone deportate e vittime del nazifascismo per motivi razziali, politici e militari".

Anche quest'anno, il 18 dicembre a partire dalle 14, le iniziative si concluderanno con una grande festa aperta al territorio, come momento di messa in valore delle qualità intrinseche della nostra scuola: lotta al razzismo, educazione al rispetto, all’accoglienza e al valore delle diversità e della convivenza"

Oltre alla cerimonia finale, il 16 dello stesso mese alle 17 nella Biblioteca Pisacane all’Incontro ci sarà aperto al pubblico con Refugees Welcome e ALI (Accoglienza Libera Integrata) sul tema dell’accoglienza diffusa e delle reti di solidarietà e di relazioni amicali per costruire un presente e un futuro condivisi. Ecco i partecipanti: Lucia Ciravolo e Francesca Debbas per Refugees Welcome Roma e Maddalena Grechi, Agnese Segre e Bassirou Gassama per ALI. 

Con genitori e insegnanti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria Pisacane, partecipano alle attività e al palco del 18 dicembre: Cesare Oliva, Daniela De Angelis, Ejaz Ahmad, Amir Issaa, Xerip Siyabend, Attilio Di Sanza, Sushmita Sultana, Asinitas, Cemea del Mezzogiorno – Casa delle Arti e del Gioco, Refugess Welcome, ALI (Accoglienza Libera Integrata), Coro Romolo Balzani, Coro Sesta Voce, Coro Quinta Aumentata, Orchestra Popolare del Pigneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento