martedì, 02 settembre 21℃


Apertura isola pedonale Pigneto: "E' il segnale della crisi del Pd"

"La vicenda dell'apertura dell'isola pedonale del Pigneto è solo l'ultima di una serie di azioni che il PD non riesce a contrastare"

"Quando ci parli in privato ti dicono che abbiamo ragione, che non si può andare avanti così, mai caduti così in basso. Camminano inebetiti, con gli occhi spenti sembrano zombie che camminano e cercano unicamente di sopravvivere"  è quanto dichiara Francesco Corsi capogruppo pdl VI Municipio. Riferendosi ai consiglieri della maggioranza del centro sinistra del VI municipio.

Ma i nodi purtroppo vengono sempre al pettine - la crisi del VI municipio non è una crisi delle ultime settimane ma è nata con il P.D. e all'interno del P.D alemeno dal 2008 : troppe anime che si contrastano e non solo a parole!"

La vicenda dell'apertura dell'isola pedonale del Pigneto - è solo l'ultima di una serie di azioni che il P.D. non riesce a contrastare per mancanza non solo di una strategia di lungo periodo ma per il fatto che no riesce più a leggere ed interpretare quello che sta accadendo ai nostri quartieri. È la contraddizione in termini del P.D. non si può governare il municipio dove l'unico collante che tiene la maggioranza ieri era l'odio verso Berlusconi e oggi unicamente al Sindaco Alemanno. - è inutile ricordare la vicenda Chiarelli. Mai una presa di responsabilità, una proposta costruttiva .Ora ci sono polemiche , interventi, interviste , manifestazioni, mobilitazioni ma quando il Gruppo del PDL ha presentato la proposta di risoluzione ,responsabilmente ne ha discusso in primo luogo con tutte le forze politiche del Municipio di maggioranza e di opposizione. Abbiamo portato le nostre idee e abbiamo cercato il confronto. Confronto che da parte della maggioranza non c'è stato , infatti nel consiglio dove si è votata la proposta di risoluzione sull'apertura dell'isola Pedonale nessun documento è stato presentato dalla Maggioranza traballante del centro sinistra. Nessun documento e nessuna idea, al no secco e arrogante abbiamo risposto con un si convinto.

Non c'è solo il diritto alla Movida ma c'è l'altrettanto sacro diritto alla quiete pubblica di chi abita e vive al Pigneto. Abbiamo assistito in tutti questi anni alla snaturalizzazione del tessuto sociale e commerciale del quartiere e siamo stati invasi unicamente da ristoranti e pseudo associazioni culturali che fanno come unica attività somministrazione di bevande alcoliche, a questo si aggiunga lo spaccio di sostanze stupefacenti in ogni angolo e le continue risse a cui assistiamo ogni giorno. Il Pigneto non può essere terra di conquista di sbandati e spacciatori . Diciamo no all'isola dell'illegalità - conclude Corsi.

 

Annuncio promozionale

 

Pigneto

Commenti