PignetoToday

Chiusura dei centri interculturali nel V municipio, la polemica: "Capacità di distruzione sconcertante"

Così in una nota la consigliera regionale e quello municipale Bonafoni e Veglianti

"La capacità di distruzione dell’amministrazione del Municipio Roma 5, guidata dal presidente pentastellato Giovanni Boccuzzi, è sconcertante". Sulla chiusura dei centri interculturali del Pigneto e al Collatino l'attacco arriva direttamente dalla Regione Lazio per voce della consigliera della lista civica Zingaretti, Marta Bonafoni, che ha scritto una nota insieme al consigliere municipale Stefano Veglianti.

La notizia si è diffusa venerdì: il bando per l'assegnazione del servizio, a distanza di oltre un anno dalla sua pubblicazione, si è concluso con un nulla di fatto. Nessuna delle offerte è stata ritenuta valida per motivi legati ai curriculum dei coordinatori. Risultato: anche quando le misure di distanziamento legate al Covid 19 lo permetteranno i centri non riapriranno. Servirà un nuovo bando e altro tempo, basti pensare che per quello appena chiuso c'è voluto più di un anno.

"Il livello di incapacità raggiunto è massimo, come anche i danni nei nostri quartieri. Se l’intento del Municipio era quello di registrare il record di chiusure e fallimenti, in un raggio di tempo limitato, ci sono riusciti. E’ assurdo, ancor più in piena emergenza sanitaria e con molte famiglie in difficoltà, procedere in questo modo limitando l’incontro tra culture e l’aggregazione sociale. Sono quasi tre anni che non si riesce a venire a capo su questa vicenda; è arrivato il momento di porre fine a questa storia, che da troppo tempo umilia gli operatori e la loro professionalità", continua la nota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il 2021 sarà l’anno del giudizio per l’amministrazione municipale e capitolina, i risultati - se così possono essere definiti - fin qui raggiunti sono drammatici e ci consegnano una città da ricostruire. Esprimiamo solidarietà alle famiglie ed al personale ed auspichiamo che almeno in questi ultimi mesi di governo a 5 stelle nella Capitale possa prevalere la ragionevolezza rispetto all’approssimazione e d all’incapacità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento