PignetoToday

Pigneto, furto da migliaia di euro per il circolo Arci Sparwasser: lanciato un crowdfunding

Il furto è accaduto nella notte tra domenica e lunedì: “Hanno portato via tutto quello che potevano”

Furto da migliaia di euro al circolo Arci Sparwasser in via del Pigneto 215. Come spiegano i diretti interessati con un post su Facebook, delle persone, al momento non ancora identificate, si sono introdotte all’interno dello spazio nella notte tra domenica e lunedì e “hanno portato via tutto quello che potevano: strumentazione, mixer, microfoni, soldi, alcune tra le più costose bottiglie di superalcolici, e persino patatine e un rotolone di carta”.

Il circolo, aperto circa quattro anni fa, è sempre stato molto attivo su vari fronti, dai concerti live alle presentazioni di libri, dai corsi di italiano per stranieri alla raccolta di generi alimentari e di coperte per poveri e senza tetto fino a dibattiti e incontri su temi di attualità. 

Così la macchina della solidarietà si è già messa in moto e in poche ore oltre cinquanta persone hanno risposto alla raccolta fondi pubblicata sulla piattaforma Produzioni dal basso (Qui il link alla raccolta fondi). “In quattro anni è la prima volta che lanciamo un crowdfunding, se questa volta lo facciamo è perché ne abbiamo davvero bisogno”, hanno scritto dal circolo Sparwasser. Il ricavato, fanno sapere, servirà “per continuare più forti di prima, ripagare l'attrezzatura, mettere in sicurezza il circolo affinché non si ripetano ulteriori furti e per rilanciare la nostra azione”.

Non solo la donazione. “Stiamo facendo di tutto per mantenere la nostra programmazione inalterata”, scrivono. E questo è possibile anche grazie alla solidarietà di chi sta prestando la strumentazione per fare in modo che gli eventi già pianificati non vengano cancellati. Così se da un lato la chiamata è a “sostenerci con una donazione” e diffondere “questo appello tra i tra i vostri contatti, a partire da chi ha condiviso con noi pomeriggi, serate e nottate” dall'altro è anche a farsi vedere di persona a Sparwasser “per bere una birra insieme in queste serate e parlare di come ripartire, più forti di prima”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo l’appello diffuso: “Chi ci conosce sa che siamo un circolo che si regge grazie all’impegno quotidiano di tante e tanti che nei ritagli di tempo dal proprio lavoro si dedicano giorno e (soprattutto) notte all'organizzazione di attività culturali, aggregative e sociali. Chi ci conosce sa che tutto quello che entra nelle nostre casse viene utilizzato per pagare le spese del circolo e organizzare nuove iniziative. Chi ci conosce sa quanto sia complicato portare avanti questo progetto. Sparwasser è come tutte e tutti noi: precario e con mille difficoltà per arrivare a fine mese. Tra costi di gestione e attività da organizzare, siamo sempre in bilico tra entrate e uscite e un brutto imprevisto come questo mette seriamente a rischio le nostre attività: senza strumentazione non ci sono eventi, senza eventi non ci sono introiti, senza introiti non possiamo pagare l'affitto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento