PignetoToday

Pigneto, dalle carte la verità: "Kram è abusivo". Il municipio chiede la demolizione del nuovo locale

In una nota del municipio tutte le difformità rilevate rispetto al progetto presentato. Esultano i comitati: "Avevamo ragione"

Foto Facebook Arcstudio A.C.

L'ente locale ha richiesto l'annullamento della Scia e sue successive varianti e integrazioni, oltre all'abbattimento del manufatto definito, nero su bianco, "abusivo". Il locale Kram di piazza Nuccitelli Persiani al Pigneto rischia la demolizione.

E' tutto scritto in quattro pagine di nota protocollata inviata dalla direzione tecnica del V municipio alla Polizia locale, ai titolari dell'opera, e all'ufficio commercio (SUAP) di via di Torre Annunziata. 

Schermata 2018-10-10 alle 19.10.14-2-2

Il ristorante, fast food all'occorrenza, con disco e aperitivo, doveva inaugurare il 4 ottobre. Ma l'iter si è fermato, finito nel mirino di controlli dei dirigenti municipali. Che nel sopralluogo effettuato il 18 settembre scorso, hanno rilevato difformità rispetto ai documenti iniziali presentati per ottenere le autorizzazioni. 

In particolare, nelle carte che RomaToday ha potuto visionare, si registra un "ampliamento della superficie commerciale dovuto all'allungamento del lato dell'immobile prospiciente via Ettore Giovenale, l'appopriazione di area pubblica per la canalizzazione delle fognature e l'assenza del vano tecnico al primo piano, con accorpamento della tettoia e destinazione d'uso difforme". 

Schermata 2018-10-10 alle 19.12.09-2

Da qui l'intervento del V gruppo dei vigili urbani, la cancellazione dei titoli edilizi e la richiesta di applicazione dell'articolo 15 della legge 15/08 della Regione Lazio, che ordina in un termine non superiore ai 90 giorni la demolizione della costruzione e il ripristino dello stato dei luoghi. In caso di mancata ottemperanza, il Comune potrà passare all'esecuzione in danno, smantellamento con risorse pubbliche che i gestori pagano ex post. Nel frattempo le carte del procedimento sono sul tavolo della Procura. 

"Avevamo ragione. Abbiamo combattuto per mesi contro abusi che ci sembravano evidenti" commentano dal comitato di quartiere Pigneto Prenestino, da tempo sul piede di guerra. Da quando il cantiere, un anno e mezzo fa, ha tirato giù dodici box auto privati su via Gentile da Mogliano, per fare spazio al nuovo avamposto di movida notturna. Da parte loro i proprietari hanno sempre rivendicato la bontà del progetto, "un punto di ritrovo che vuole coinvolgere la comunità in tutti i suoi settori artistici, culturali e intellettuali". Interpellati sulla questione dal nostro giornale, hanno preferito non commentare. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Strade, l'assessora Gatta: "Ora basta associare Roma alla parola buche"

  • Politica

    Ippodromo Capannelle, per la riapertura c'è un piano b: il Campidoglio pensa ad una società in house

  • Politica

    Occupazioni, si lavora a nuova lista di sgomberi. Movimenti in piazza: "Ci difenderemo"

  • Ponte di Nona

    Municipio VI: confusione sul porta a porta, tra chi inizia il nuovo sistema e chi torna alla raccolta stradale

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Centocelle, quartiere sotto shock: 16enne muore in piazza dopo aver bevuto un drink

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • A Roma giovedì 17 gennaio 2019 doppio sciopero: le motivazioni dei sindacati

  • Cinecittà est: 22enne trovata morta nel bagno di un bar

  • Sciopero oggi a Roma: metropolitane e bus a rischio. Il punto della situazione

Torna su
RomaToday è in caricamento