PignetoToday

Pigneto, arredo urbano fai da te: ecco le aiuole anti sosta e anti droga

Un'idea del titolare della gelateria di via Pesaro, Filippo Ruggeri. L'arredo urbano, vecchie casse di legno colorate dai bambini, sono state posizionate sul marciapiede per evitare i parcheggi

Aiuole colorate in vecchie scatole di legno per tenere lontane auto e motorini dal marciapiede. E' l'ultima trovata del gelataio Filippo in via Pesaro, ormai noto al Pigneto per la sua crociata contro droga, spacciatori, degrado. E dopo mail bombing al Prefetto e raccolta firme nel suo locale e in banchetti allestiti in più occasioni per diffondere la campagna, si è inventato un metodo fai da te per frenare la sosta selvaggia, ed evitare che le stesse macchine diventino nascondiglio delle dosi di droga. 

Un arredo urbano fatto in casa, riciclando vecchie casse di legno trasformate in fioriere, anche grazie all'aiuto dei bimbi del quartiere che le hanno addobbate di disegni e colori. Macchine e motorini in via Pesaro sono ovunque, solo in minima parte nei parcheggi regolari. Il marciapiede è stato per anni un posto tollerato. E infatti gli interventi della polizia Locale nelle ultime settimane (con una pioggia di multe ai mezzi parcheggiati) sono arrivati come un fulmine a ciel sereno non proprio apprezzato da tutti. Poi, è cosa nota, le auto sono sempre più spesso utilizzate dai nuclei di spacciatori per nascondere sotto le ruote hashish, marijuana, cocaina, eroina. Così le nuove aiuole hanno doppia funzione, e doppio beneficio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Maltempo a Roma, un'altra strage di alberi: strade chiuse e auto schiacciate dai rami 

Torna su
RomaToday è in caricamento