PignetoToday

Bivacchi nei giardini di largo Preneste: multato titolare del minimarket che vende alcolici tutta la notte

I controlli da parte degli agenti di Polizia. Elevate multe per oltre 10mila euro

Immagine di repertorio

Alcol a tutte le ore della notte. A fornirlo alla persone che bivaccano nei giardini di largo Preneste un minimarket. Proprio in tale ambuito, gli agenti della squadra di Polizia Amministrativa del Commissariato Porta Maggiore, diretto da Augusto Pallante, hanno effettuato mirate ispezioni agli esercizi pubblici e locali per la vendita e somministrazione di alimenti e bevande che insistono nell'area del Prenestino e zone limitrofe, dove i residenti lamentano la presenza di molte persone che bivaccano nei giardini li presenti, spesso in stato  di alterazione psicofisica dopo aver acquistato bevande alcooliche nei minimarket etnici prospicenti la piazza, aperti fino a tarda notte.

In particolare, durante i controlli, in un minimarket è stata riscontrata la presenza di un lavoratore privo di contratto e numerosa merce in vendita priva di prezzo, al gestore, pertanto, è stata irrogata una sanzione amministrativa.

In un altro minimarket è stato accertato che il gestore, in violazione al regolamento Comunale, ha continuato  a vendere  birre in vetro dopo le ore 22:00 a diversi acquirenti che sono stati identificati, sanzionati ed ammoniti a non consumare alcool nel parco pubblico. E’ è stata, altresì, riscontrata la presenza di un dipendente, bengalese, privo di contratto lavorativo ed irregolare sul territorio italiano. 

Il gestore, bengalese, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di favoreggiamento alla permanenza in clandestinità del lavoratore cosiddetto "in nero", ed  avendo disatteso per la seconda volta il Regolamento di Polizia Urbana per la vendita di alcoolici oltre l'orario, è stata inoltrata la sanzione ai  competenti  Uffici  comunali al fine di sospendere la licenza così come previsto dalla relativa  normativa.

Ulteriori irregolarità sono state riscontrate in un bar della zona per l'inosservanza sull'etichettatura dell’indicazione degli allergeni contenuti negli alimenti.

Il totale delle sanzioni amministrative comminate è stato di oltre  10.666 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prendevano la pensione dei genitori morti vent'anni fa: danni all'Inps per 3 milioni di euro

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Sardine a Roma, sabato la manifestazione: chiusa metro San Giovanni e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

Torna su
RomaToday è in caricamento