PignetoToday

Parcheggio metro C a Teano, si torna al progetto del 2015. Boccuzzi: "Muro del dipartimento contro il municipio"

Il presidente del V municipio contro il dipartimento Mobilità: "Ha scartato le nostre proposte"

L'area che ospiterà il parcheggio di via Teano. Sul fondo la stazione

“Il dipartimento Mobilità non vuole ascoltare il V municipio e i cittadini. Sul parcheggio della fermata della metro C di Teano è stato sollevato un muro”. La denuncia arriva direttamente dal presidente Giovanni Boccuzzi, che più volte nei mesi scorsi ha sollecitato la realizzazione dell’opera compensativa, in pesante ritardo sull’iniziale tabella di marcia. Il motivo del contendere è di natura tecnica: “I progetti elaborati da Metro C spa contenenti le nostre richieste sono stati bocciati dagli uffici capitolini”. Ma il peso del progetto è tutt’altro che irrilevante. In totale, l’intervento compensativo a carico di Metro C spa muove circa 16 milioni di euro. Una variante al progetto più generale, che dovrà passare anche al vaglio del Cipe.

L’ultima fase di questa vicenda che dura da anni, parte nel gennaio del 2019 quando Roma Metropolitane chiede a Metro C di rivedere il progetto definitivo del 2015 per recepire le richieste dell’amministrazione locale. Il V municipio aveva chiesto due cose: sopprimere la costruzione di via Trivigliano, che permetterebbe di chiudere un ‘anello’ di strade attorno al parcheggio e alla stazione ma per la realizzazione della quale è necessario un espropriare dei terreni, e aprire l’accesso agli stalli su via Cori, la strada che da via Formia si immette su via Teano. Metro C prende atto delle richieste e il 20 marzo trasmette al dipartimento Mobilità e Trasporti tre progetti possibili.

Le tre proposte, però, sono state tutte e tre bocciate dal dipartimento. Nel verbale dell’ultima riunione, che si è tenuta il 14 giugno, si legge: “Nessuna delle ultime idee progettuali viene considerata opportuna e migliorativa per la viabilità del quadrante urbano in cui si inserisce l’opera”. Per il dipartimento, “l’accesso su via Cori non risulta idoneo” in quanto tra via Teano e questa soluzione “potrebbe produrre fenomeni di rallentamento dovuti al traffico in entrata e in uscita al parcheggio”. Per i tecnici capitolini, inoltre, la realizzazione di via Trivigliano permetterebbe “di collegare in modo veloce e sicuro il nodo metropolitano con altre zone”.

Per Boccuzzi “e gli uffici tecnici del municipio sarebbe stato meglio il progetto numero 1, con ingresso al parcheggio su via Cori", spiega il minisindaco, progetti alla mano. "Prima di tutto perché è la soluzione che assicura più posti auto, ben 336, più 80 stalli per le moto. In secondo luogo perché la soppressione di via Trigliano ci permette di risparmiare soldi che possiamo investire in altre parti dell'intervento, come percorsi ciclabili, per esempio. Lo sfondamento di via Norma, che oggi gira su via Formia e che invece arriverà su via dell'Acqua Bullicante, ci permette di migliorare molto la viabilità del quartiere". Come si legge sul documento di Metro C, questa soluzione sopprimerebbe la corsia preferenziale su via Cori. “Ma con la sistemazione di via Formia e di via Norma la circolazione degli autobus non sarebbe un problema”.

Risultato. Si torna al piano del 2015. Si legge nel verbale, “viene confermato che il progetto del 2015 meglio risponde alle esigenze e alla necessità di trasporto pubblico e di viabilità privata, ritenendo però possibili margini di miglioramento”. In questo caso l'ingresso al parcheggio, che in questa ipotesi ha 289 posti auto e 79 per le moto, avviene sulla nuova via Trivigliano. Il nuovo tratto di strada, insieme a via Cori e via Teano, chiude come in un anello il parcheggio e la stazione. “In questo caso si prevede la realizzazione di un semaforo su via Teano, là dove via Trivigliano vi si immette, da dietro la stazione. Si tratta del terzo semaforo in poche centinaia di metri, che potrebbe generare un vero e proprio caos”. Dal dipartimento non commentano. Boccuzzi, però, attacca: “La nostra proposta li fa risparmiare. Non stanno ascoltando il municipio e i cittadini”.

Il progetto del 2015

progetto 2015-2

Il progetto su cui ha espresso preferenza il municipio

progetto 1-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento