PignetoToday

Largo Preneste, prima preghiera pubblica per la comunità musulmana tra mascherine e misura delle distanze

Con un Ramadan iniziato durante la quarantena, il 18 maggio è stato il primo giorno di 'riapertura'

Teli colorati e piatti di cibo. Rigorosamente a un metro di distanza, tutto preconfezionato e mono porzione. Per il 2020 la preghiera pubblica che ogni anno viene organizzata dalla comunità islamica bengalese si è tenuta sotto il segno del distanziamento fisico e delle misure di contenimento dovute all'epidemia di Coronavirus.

Se il Ramadan è iniziato il 24 aprile scorso senza la possibilità di preghiera collettiva, ieri, nello stesso giorno in cui anche le chiese hanno riaperto, l'appuntamento è scattato per le 20 a largo Preneste.

Sicuramente meno affollata degli anni scorsi, senza uno spazio dedicato alla condivisione del cibo, tutti muniti di mascherine, alla preghiera hanno risposto più di un centinaio di persone. Un iftar pubblico, il momento della giornata di Ramadan in cui si rompe il digiuno. L'appuntamento è stato organizzato dall'associazione Greater Dhaka e coordinato dall'associazione Dhuumcatu-Onlus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento