venerdì, 19 settembre 26℃


Prenestina: usano passeggino del figlio per rubare, scoperti

Usavano il passegggino del figlio per nascondere gli oggetti che stavano rubando in un negozio di bricolage in via Prenestina: un arresto e una denuncia

Redazione 7 maggio 2012
4

Un uomo è stato arrestato per furto e una donna è stata denunciata in stato di libertà per concorso nello stesso reato: sono entrati in un grande magazzino di bricolage di via Prenestina, portando il figlio di 3 mesi all’interno di un passeggino.
La coppia di romeni ha raggiunto la corsia dedicata al “fai da te” e con disinvoltura ha cominciato a fare la “spesa”. L’uomo e la donna, 27enni di etnia rom, si sono poi recati alle casse per pagare il prodotto che costava di meno. Non si sono accorti però di essere stati seguiti.

L’addetto all’antitaccheggio ha infatti notato tutta la scena e ha richiesto l’intervento della Polizia. Quando gli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Prenestino sono intervenuti su disposizione della Sala Operativa hanno trovato, nascosti sotto la copertina e la borsa del bambino che dormiva nel passeggino, circa 21 confezioni di colla e 16 lampadine, per un valore complessivo di oltre 300 euro.

Annuncio promozionale

Pigneto
furti
moby

4 Commenti

Feed
  • Avatar di Nadia Moralizzatrice

    Nadia Moralizzatrice Non bisogna essere razzisti, sono povera gente che ha bisogno... de esse buttata a mare con le scarpe de cemento dal primo all'ultimo!!

    il 7 maggio del 2012
  • Avatar di italo

    italo ...poi uno si meraviglia se i rom vengono automaticamente seguiti con attenzione ogni volta che entrano in un negozio...un motivo dovrà pur esserci...

    il 7 maggio del 2012
    • Avatar di Frank SERPICO

      Frank SERPICO guarda che era solo una semplice dimenticanza, avevano solo poggiato il materiale li , ma loro la merce la volevano pagare, ti pare che fanno queste cose delle persone oneste come loro?????

      il 7 maggio del 2012
    • Avatar di sante

      sante uno se meraviglia poi se  sta gente la cosparge di benzina e accende il fuoco

      il 7 maggio del 2012