PignetoToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Roghi e prostitute: alcova del sesso nella baraccopoli sotto le case

Quindici le dimore di fortuna trovate dagli agenti del Pics della Polizia Locale di Roma Capitale. Il blitz a Villa Gordiani

 

Dai roghi alle alcove del sesso dove le meretrici portavano i clienti a consumare le prestazioni a pagamento. Siamo in via Attilio Hortis, nel cuore di Villa Gordiani, al Prenestino. Qui nella mattinata di mercoledì 29 maggio i Pics della Polizia Locale hanno effettuato un blitz trovando una vera e propria favela nella quale era stata addirittura allestita una mini palestra con attrezzi da body building. Quindici le baracche poi smantellate. 

L'azione degli agenti del Pronto Intervento Centro Storico ha preso il via dopo le segnalazioni dei residenti arrivate in Municipio ed in Campidoglio per la presenza di roghi di rifiuti accesi a tutte le ore del giorno e della notte nella baraccopoli nascosta dietro un muro di cinta. Un vero e proprio disagio, a due passi dall'area giochi dell'adiacente Parco Pasolini, di fronte la chiesa di Sant'Agapito. 

Su disposizione del Delegato alla Sicurezza della Sindaca Raggi, nella mattinata di ieri è scattato il blitz con decine di uomini coordinati da Franco Granieri e diretti dal Comandante Antonio Di Maggio. Assieme a loro anche il personale Ama.

Arrivati nell'area di via Hortis i 'caschi bianchi' non hanno trovato nessun dimorante, anche se erano visibili le tracce di vita recente. Quindici le baracche allestite a ridosso del muro di cinta, alcune delle quali con ricavate all'intero diverse stanze. Dimore di fortuna dove erano presenti frigoriferi, letti, divani, poltrone, fornelli a gas ed arredamenti di fortuna. Fra queste, come detto, anche una adibita a palestra, nella quale sono stati rivenuti pesi, bilancieri, aste e panche per l'attività fisica. 

Già monitorata da tempo, nell'area sono poi state trovate delle baracche adibite ad alcove del sesso. Letti, vasi con i fiori appena colti, separé, questi gli arredi rinvenuti e smantellati in alcune delle dimore che si trovavano nell'area di via Hortis. Alcove che venivano utilizzate da alcune prostitute che sono solite 'lavorare' nell'area della via Prenestina e dell'ex Mattatoio (largo Pascali). Accordate le prestazioni con i clienti le meretrici li portavano, previo pagamento di un "extra", a consumare i rapporti sessuali lontani da eventuali occhi indiscreti. 

Un'area pesantemente degradata, quella della baraccopoli, dove nel corso del tempo si sono accumulati grandi quantitativi di rifiuti, accastati ed abbandonati nella zona. Terminate le operazioni della Polizia Locale, è stato quindi disposto lo sgombero della baraccopoli e la bonifica dell'area, con le operazioni che verranno attuate nei prossimi giorni.  
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento