PignetoToday

Marino in tour al Quadraro, tra i murales di street art e la visita al barbiere di Totò

Il primo cittadino ha potuto ammirare il regno romano della street art, tappa dopo tappa, ognuna illustrata dall'artista e curatore del progetto Davide "Diavù" Vecchiato. Il tutto con un fuori programma speciale

Un giro nel museo urbano di street art, qualche stop tra i residenti che lo fermano per perorare ognuno la sua causa, e una visita allo bottega di Gino, lo storico barbiere del quartiere. Due ore di gita per il sindaco Ignazio Marino, che ieri pomeriggio insieme al vice Nieri, all'assessore alla cultura Barca e al presidente del V Municipio, Palmieri, ha fatto visita al territorio del Quadraro. Tappe del tour le opere di arte urbana del M.U.Ro., progetto che raccoglie murales di artisti nazionali e internazionali, nato nel 2010 e tutt'ora in divenire. 

M.U.Ro. - Via dei Lentuli, via dei Pisoni, via Re Filippo, via Antinori. Il primo cittadino ha potuto ammirare il regno romano della street art, tappa dopo tappa, ognuna illustrata dall'artista e curatore del progetto Davide "Diavù" Vecchiato. Un'esposizione a cielo aperto che racconta la storia di quelle strade, finite sui libri di storia per il rallestramento del 17 aprile 1944, e per l'accanita resistenza ai nazifascisti. 

E allora "il nido di vespe" di Lucamaleonte, in via Monte del Grano, richiama il nome affibbiato dai tedeschi al quartiere, una fortezza rossa tra le più dure da espugnare, e il lavoro di Gary Baseman, in Largo dei Quintili, torna direttamente alla memoria di quel 17 aprile. La storia poi si intreccia col contemporaneo. 

Così un piccolo ma incredibile Hulck, di un verde accecante, occupa il muro di via dei Pisoni, con firma di fama mondiale: Ron English, il Wharol della street Art. In via dei Pisoni, sulla parete esterna del locale Grandma, si staglia la figura femminile di Jim Avignon, un evidente tributo a Modigliani e alle tecniche cubiste. ​

Insomma, un tour guidato che il sindaco sembra aver apprezzato. "È stata una visita molto stimolante. Quello che mi ha colpito, come già in altre visite qui, è il carattere vibrante della popolazione fortemente ed emotivamente attaccata a questo meraviglioso quartiere che ha una storia straordinaria e anche una architettura straordinaria" ha dichiarato a fine visita. 

E poi il simpatico fuori programma da Gino, lo storico barbiere di Totò, in via dei Quintili dal 1947. Il primo cittadino si è accomodato in quella bottega dove il tempo sembra essersi fermato agli anni '50, all'era dei divi di Cinecittà i cui volti campeggiano su foto in bianco e nero e ritagli di giornale. Si ride e si scherza tra una sforbiciata e l'altra: "Ma chi le ha fatto questo taglio sindaco? La Caritas?".  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • La colpa è di chi l'ha votato !!!

  • vi rendete conto che questo va in giro a vedere i graffittari di roma invece di occuparsi di strade piene di buche e tutti i problemi di roma dagli ospedali a chi non ha casa a chi non ha soldi etc..

Notizie di oggi

  • Politica

    Piani di zona, Comune e Regione sotto accusa nel processo per truffa: "Dovevano controllare"

  • Monti

    Monti isola ambientale nel 2019, dalla giunta l'ok al progetto: "Un nuovo volto per il rione"

  • Cronaca

    Metro Roma, ancora problemi con le scale mobili: Barberini aperta solo in uscita

  • San Giovanni

    VIDEO | Via Satrico, quartiere sotto choc per la morte di Arrigo Fiore: "Incrocio pericoloso"

I più letti della settimana

  • Neve e gelo, Roma si prepara: ecco le istruzioni della sindaca Raggi

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Metro A: guasto agli impianti, chiuse le stazioni Barberini e Spagna

  • Incidente in via Satrico: scooterista muore travolto da una Smart. In fuga le tre persone a bordo

  • Blocco traffico Roma: domani stop ai veicoli più inquinanti ed ai diesel euro 3

  • Incendio via Salaria: bruciano i rifiuti del TMB, nube di fumo su tutta Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento