PignetoToday

Marino in tour al Quadraro, tra i murales di street art e la visita al barbiere di Totò

Il primo cittadino ha potuto ammirare il regno romano della street art, tappa dopo tappa, ognuna illustrata dall'artista e curatore del progetto Davide "Diavù" Vecchiato. Il tutto con un fuori programma speciale

Un giro nel museo urbano di street art, qualche stop tra i residenti che lo fermano per perorare ognuno la sua causa, e una visita allo bottega di Gino, lo storico barbiere del quartiere. Due ore di gita per il sindaco Ignazio Marino, che ieri pomeriggio insieme al vice Nieri, all'assessore alla cultura Barca e al presidente del V Municipio, Palmieri, ha fatto visita al territorio del Quadraro. Tappe del tour le opere di arte urbana del M.U.Ro., progetto che raccoglie murales di artisti nazionali e internazionali, nato nel 2010 e tutt'ora in divenire. 

M.U.Ro. - Via dei Lentuli, via dei Pisoni, via Re Filippo, via Antinori. Il primo cittadino ha potuto ammirare il regno romano della street art, tappa dopo tappa, ognuna illustrata dall'artista e curatore del progetto Davide "Diavù" Vecchiato. Un'esposizione a cielo aperto che racconta la storia di quelle strade, finite sui libri di storia per il rallestramento del 17 aprile 1944, e per l'accanita resistenza ai nazifascisti. 

E allora "il nido di vespe" di Lucamaleonte, in via Monte del Grano, richiama il nome affibbiato dai tedeschi al quartiere, una fortezza rossa tra le più dure da espugnare, e il lavoro di Gary Baseman, in Largo dei Quintili, torna direttamente alla memoria di quel 17 aprile. La storia poi si intreccia col contemporaneo. 

Così un piccolo ma incredibile Hulck, di un verde accecante, occupa il muro di via dei Pisoni, con firma di fama mondiale: Ron English, il Wharol della street Art. In via dei Pisoni, sulla parete esterna del locale Grandma, si staglia la figura femminile di Jim Avignon, un evidente tributo a Modigliani e alle tecniche cubiste. ​

Insomma, un tour guidato che il sindaco sembra aver apprezzato. "È stata una visita molto stimolante. Quello che mi ha colpito, come già in altre visite qui, è il carattere vibrante della popolazione fortemente ed emotivamente attaccata a questo meraviglioso quartiere che ha una storia straordinaria e anche una architettura straordinaria" ha dichiarato a fine visita. 

E poi il simpatico fuori programma da Gino, lo storico barbiere di Totò, in via dei Quintili dal 1947. Il primo cittadino si è accomodato in quella bottega dove il tempo sembra essersi fermato agli anni '50, all'era dei divi di Cinecittà i cui volti campeggiano su foto in bianco e nero e ritagli di giornale. Si ride e si scherza tra una sforbiciata e l'altra: "Ma chi le ha fatto questo taglio sindaco? La Caritas?".  

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

I più letti della settimana

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Perde il controllo della moto e finisce contro il guardrail: morto 27enne romano

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

  • Interrogatori, autopsia e filmati delle telecamere di sorveglianza: giallo di Torvaianica verso la svolta

  • Rapina al McDrive, poi la fuga e lo schianto in scooter

  • La tanica di benzina nei filmati di videosorveglianza: svolta nel giallo di Torvaianica

Torna su
RomaToday è in caricamento