PignetoToday

Quadraro: settantacinque anni dopo il rastrellamento il quartiere non dimentica

Tante iniziative per mantenere accesa la fiaccola della memoria nel quartiere antifascista che subì il rastrellamento del 1944

Presentazioni di libri, recital musicali, concerti e mostre fotografiche. Nella settimana che ha preceduto il 17 aprile, il Quadraro è stato attraversato da numerose iniziative culturali. Nella loro diversità, hanno avute tutte un unico filo conduttore: non disperdere la memoria di quanto, settantacinque anni fa, è accaduto.

Un ricordo indelebile

Le onorificenze sono una realtà acquisita. Il Quadraro  già nel 2004 è stato insignito della Medaglia d'oro al Valore Civile. Ed i sopravvissuti al rastrellamento, sono stati nominati commendatori dal presidente della Repubblica. La memoria di quanto accaduto, nel quartiere, è anche impresso sui muri. Come quello che David Diaviù Vecchiato a realizzato in via Decio Mure e che ritrae uno dei tanti simboli di quel drammatico accadimento: Sisto Quaranta. E' stato uno dei testimoni del rastrellamento. Ora la staffetta è nelle mani delle tante realtà, associazioni, comitati ed anche semplici cittadini, che si sono adoperati per ricordare il 17 aprile.

La partecipazione degli altri quartieri

Gli ppuntamenti che dal 12 aprile si sono susseguiti hanno coinvolto anche altri quartieri. E' il caso, ad esempio, dell'inaugurazione della mostra "ROMA QUADRARO-CITTA’ Immagini 2016-2019” che nella Galleria Embrice di via delle Sette Chiese, alla Garbartella, ha allestito gli scatti di Giuseppe Francavilla.  Invece al Teatro Argentina, il 15 aprile, Daniele Miglio ha rappresentato lo spettacolo "Nido di vespe" di Simona Orlando.

Appuntamenti musicali e sportivi

Tante sono state anche le realtà che si sono mobilitate. Si sono messi a disposizione i centri sociali, con Spartaco che, in via Selinunte, ha ospitato la rassegna Quadraro in Jazz. Invece nei campetti del Corto Circuito, l'ASD QUADRARO domenica 14  ha organizzato un torneo di calcetto. In parallelo, grazie alla QUADRARO BOXE, in via dei Juvenci è stato possibile assistere a diversi incontri di pugilato.

Il doppio cerimoniale

"Il festival della Memoria e della Resistenza Q44, di cui gli appuntamenti citati facevano parte, prosegue fino al 17 aprile.  In quell'occasione  saranno organizzati due cerimoniali, uno in piazza dei Quintili e l'altro in Piazza dei Tribuni. Due, come i municipi in cui il quartiere è stato diviso. Ma si tratta di una divisione meramente amministrativa. Il ricordo delle 947 che nell'aprle del 44 vennero deportate, unisce gli abitanti del nido di vespe. Anche a settantacinque anni di distanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

Torna su
RomaToday è in caricamento