PignetoToday

Da Centocelle a Tor Pignattara, per le strade del V municipio torna l'incubo rifiuti

Diverse le zone del territorio dove sono stati segnalati disservizi con i rifiuti

Rifiuti in via Dulceri

Per le strade del V municipio tornano i cumuli di rifiuti. Tor Pignattara, Marranella, Centocelle, Quadraro.  Il meccanismo è quello di sempre: i giri di raccolta diminuiscono, i cassonetti si riempiono e i sacchetti iniziano ad accumularsi al di fuori sui marciapiedi. Il caldo torrido di giugno, poi, non aiuta e la puzza, che di solito accompagna questa situazione, rende l'aria irrespirabile. 

Segnalazioni sono arrivate da Centocelle, precisamente via dei Gerani. Cittadini disperati hanno scritto anche dal Quadraro Vecchio: via dei Quintili, via dei Ciceri, via dei Lentuli. "Segnalo per l'ennesima volta che il servizio di spazzamento e svuotamento dei cassonetti non è ancora tornato alla normalità nelle vie del Quadraro Vecchio. Inoltre in via dei Quintili dal 190 al 274, lungo il marciapiede sono presenti rifiuti ed erbacce". E ancora: "In via dei Lentuli entrambi i gruppi di cassonetti devono essere rivisti uno dei cassonetti della carta é stato incendiato e non ha la calotta superiore. Ci sono cumuli di immondizia intorno ai cassonetti e sul marciapiede, copertoni e rami secchi".

L'assessessore all'Ambiente del V municipio, Dario Pulcini, ha fatto sapere ai cittadini di aver segnalato la situazione all'Ama. Ma il Quadraro Vecchio non è l'unica situazione complicata. Come ha potuto verificare Romatoday, anche tra via Dulceri e via Tempesta le condizioni delle strade sono le stesse. E così in alcune strade di Tor Pignattara e del Prenestino, attorno a piazza Malatesta. 

Il ricorso dei cittadini: "Sconto del 50% sulla Tari"

Il problema, ancora una volta, è legato agli impianti. "La situazione andrà meglio quando avremo recuperato il disagio dovuto agli impianti che avrebbero dovuto garantire ciò che avevano dichiarato alla Regione e poi non ci hanno concesso lo spazio necessario", le parole dell'amministratore unico di Ama, Massimo Bagatti, nel corso di una seduta della commissione capitolina Trasparenza che si è tenuta ieri, convocata su Ama. Dopo l'incendio dell'impianto di trattamento dei rifiuti del Salario, la situazione romana si è fatta ancor più precaria. L'ultima notizia arriva da Rida Ambiente, società che gestisce il Tmb di Aprilia, che ha annunciato che fino a fine luglio porterà da 460 a 230 le tonnellate di rifiuti da trattare. Così i tempi si allungano, i giri rallentano, e i rifiuti si accumulano. 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Le migliori palestre con piscina a Monteverde

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

Torna su
RomaToday è in caricamento