PignetoToday

'Delitto naturale' alla scuola Pisacane: aule e corridoi come set per un horror psicologico

Protagonista Alida Baldari Calabria, ex allieva della scuola e attrice in Dogman

Una delle immagini sul set

Aule e corridoi trasformate per tre giorni in set cinematografico. Sarà proprio la scuola elementare Pisacane di Torpignattara a fare da sfondo al cortometraggio ‘Delitto naturale’, il nuovo horror psicologico di Francesca e Valentina Bertuzzi, diretto da quest’ultima, e prodotto da Suoni Lab di Claudio Bresciani e Riccardo Cimino e Josei srl di Manila Mazzarini e Silvia Ricciardi. “Una piccola fiaba nera interamente ambientata nei meandri nascosti di una vecchia scuola” si legge nella nota che annuncia il lavoro. 

Protagonista Alida Baldari Calabria, un’ex allieva della Pisacane, tornata sul set dopo aver recitato al fianco di Marcello Fonte in Dogman di Matteo Garrone. Nel cast Olivia Magnani (Le Conseguenze dell'amore), Rosa Pianeta (La Matassa) e la piccola Cecilia Scifoni al suo esordio. ‘Delitto naturale’, definito “un The Goonies al femminile in chiave dark”, nasce da un'idea di Valentina Bertuzzi, ed è stato scritto a quattro mani con Francesca Bertuzzi, autrice tra gli altri del romanzo ‘Fammi male’ edito con Mondadori. 

A comporre la squadra professionisti di lunga esperienza, tra cui il direttore della fotografia Ferran Paredes Rubio (Un'avventura, Indivisibili e Il vizio della speranza), lo scenografo Paki Meduri (Suburra, Noi e La Giulia e Alaska), e la costumista Ginevra Polverelli (Il Segreto di Kaspar Hauser).
I tre giorni di set alla Pisacane hanno presentato anche una vera e propria novità nel panorama cinematografico italiano.

Così come voluto da Josei, sul set è stato organizzato uno spazio baby pensato ad hoc per i figli della troupe e permettere loro di stare accanto ai genitori nelle pause dal set. Il suo nome è ‘All Set for Kids’ ed è il progetto con il quale le fondatrici di Josei, Silvia Ricciardi e Manila Mazzarini, si propongono di “rispondere alle esigenze dei lavoratori del settore dell'audiovisivo, in particolare le donne, che troppo spesso con i figli piccoli sono costrette a scegliere tra lavoro e famiglia”.

“È la prima volta in Italia che un set fornisce un servizio così importante per i neo-genitori, soprattutto per le mamme che in questo modo possono allattare i bambini anche sul posto di lavoro” spiega a Romatoday Silvia Ricciardi. “Un progetto importante, se si considera che i numeri relativi al settore del cinema, e dell’audiovisivo in generale, dimostrano come la presenza delle donne sia molto bassa e la parità di genere molto lontana dall'essere raggiunta. I tempi e i ritmi di questo lavoro possono essere molto intensi e la maternità, soprattutto nei primi tre anni, è uno degli ostacoli che porta le donne ad allontanarsi dal settore. Con questo progetto, speriamo di contribuire a superare questo gap”. 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Kit Care con Amore": il necessario diventa indispensabile per chi non ha programmato il ricovero ospedaliero

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento