PignetoToday

Torpignattara, multato "zozzone" ripreso dai cittadini. Raggi: "Ringrazio i romani onesti"

La sindaca posta su Facebook l'ennesimo video che ritrae un cittadino mentre tenta di disfarsi illegalmente di un materasso

Un altro "zozzone" è stato filmato e denunciato. Questa volta il gesto d'inciviltà, l'abbandono in strada d'un rifiuto ingombrante, è stato solo tentato. Un altro cittadino, avendo compreso quanto stava accadendo, ha acceso il video e redarguito l'uomo per il comportamento incivile. Poi ha inviato la segnalazione all'indirizzo dei Pics a cui l'amministrazione cittadina suggerisce di rivolgersi.

Il racconto della Sindaca

"Uno zozzone stava provando a buttare un materasso in pieno giorno davanti ai cassonetti in zona Torpignattara, a sud est di Roma – fa sapere la Sindaca attraverso i suoi canali social –  Un romano onesto lo becca e si arrabbia con orgoglio di fronte a tanta inciviltà, invitandolo a riprendersi il materasso". Il gesto d'inciviltà, secondo quanto riportato dalla prima cittadina, ha avuto un costo salato.

La sanzione amministrativa

"Ricevuta la segnalazione, gli agenti del Pics supporto ambiente, un nucleo della polizia locale che ho voluto creare per combattere questi zozzoni, si sono appostati sono casa dell’incivile. Per diversi giorni, non e’ tornato a casa. Dopo vari appostamenti e ricerche – sottolinea la Sindaca - lo zozzone è stato trovato e multato con una sanzione di 600 euro abbandono di rifiuti ingombranti".

Il M5S dichiara guerra agli zozzoni

I tanti zozzoni filmati

L'occhio elettronico, spesso una fotocamera integrata nello smartphone, sta smascherando tanti comportamenti scorretti. Da Talenti ad Acilia, i casi di cittadini colti nell'atto di abbandonare rifiuti in strada si stanno moltiplicando. " Grazie al vostro aiuto – ha ammesso la Sindaca - stiamo multando sempre piu’ incivili". Recentemente, sempre Raggi, ha postato anche le immagini di alcuni operatori Ama che, ai Parioli,  avrebbero aiutato un esercente a disfarsi dell'olio esausto sversandolo dentro un tombino. In quel caso è scattata anche la sospensione per gli addetti della municipalizzata su cui si è aperta un'indagine interna.

I comportamenti corretti

Le segnalazioni e le multe non sono gli unici deterrenti da mettere in campo contro la piaga dell'abbandono. Da anni infatti Ama ha istituito un servizio, attualmente attivo, che garantisce il recupero degli ingombranti. Va solo prenotato. Gli operatori della municipalizzata si recano al domicilio ed effettuano la raccolta al piano stradale, in forma del tutto gratuita. In alternativa, come ricordato anche dalla Sindaca, è sempre possibile consegnare i propri ingombranti, come ad esempio i materassi, nella più vicina isola ecologica. 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento