PignetoToday

Parco Sangalli, i cittadini tornano all'attacco: "Rivogliamo il mercato contadino" 

Occupò il parco nella primavera del 2015 con grandi risultati. I residenti lo rivorrebbero e il Comitato di Quartiere pressa sui Cinque Stelle: "Ora convenzione con il municipio"

Ripristinare il "mercato contadino" al parco Sangalli. E' la richiesta rivolta ai nuovi amministratori del V municipio dal comitato di quartiere Tor Pignattara, primo organizzatore dell'evento che tra marzo e maggio 2015 animò l'area verde a ridosso dell'Acquedotto Alessandrino. Le bancarelle con prodotti alimentari a chilometro zero ebbero grande successo, tanto che gli organizzatori tentarono di proseguire l'esperienza tramite una convenzione che prevede lo scomputo della tassa per il suolo pubblico (Cosap) in cambio della pulizia dell'area. Ma tra incontri, carte, protocolli, e attese infinite l'accordo non è mai andato in porto. Così si torna a bussare alla porta del municipio.

"Il 20 gennaio abbiamo partecipato alla seduta della Commissione Ambiente dedicata al Parco Giordano Sangalli" raccontano dal Cdq. "Abbiamo avuto modo di esporre la situazione del parco, le criticità ambientali, sociali e anche di sicurezza, in quanto la situazione di abbandono, purtroppo, sollecita comportamenti violenti, incivili e razzisti". In questo senso il mercato contadino era una grande iniziativa per il parco. Occuparlo per tenerlo vivo e il più possibile curato. "Abbiamo avuto il via libera all’unanimità da parte della Commissione al progetto. Anche il dipartimento Ambiente ha anticipato il parere favorevole all'iniziativa e anzi auspica una stretta collaborazione con i contadini per garantire il massimo livello di efficienza". E contestualmente "è stato definitivamente chiarito che il parco è in carico al Dipartimento Ambiente senza sé e senza ma".

Ma con il dipartimento "non è attualmente possibile stabilire convenzioni su questa materia e con questa modalità". La formula proposta con scomputo della tassa "è materia di esclusiva competenza del municipio""Alla luce di questo ci aspettiamo che da lunedì il presidente Boccuzzi (che ha la delega all’ambiente ad interim) provveda a sollecitare il direttore Luigi Ciminelli (l’unico autorizzato in sede legale a dare il via libera tramite Determina Dirigenziale) a mettere in atto tutte le procedure necessarie per l’avvio del progetto del Mercato Contadino". Tor Pignattara aspetta. E stavolta "non ci sono più scuse. Non ci sono altre strade e non ci sono scorciatoie. La parte politica del municipio Roma V, se vorrà dimostrare di avere a cuore questo pezzo di territorio, dovrà prodigare il massimo impegno".


 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Mercato immobiliare Roma: atteso un consolidamento delle compravendite, ma valori ancora in calo

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Fiumi di steroidi ed anabolizzanti nelle palestre romane, arrestati personal trainer e culturisti

Torna su
RomaToday è in caricamento