PignetoToday

Torpignattara, dopo 15 anni via la recinzione che chiudeva un pezzo di parco Sangalli: "Era lì senza motivo"

L'assessore Pulcini: "Una vittoria sull'abbandono e la mala gestione degli spazi"

Dopo 15 anni la rete che recintava quasi 400 metri quadrati al centro del parco Sangalli di Torpignattara non c'è più. "Dopo aver effettuato tutte le analisi e verifiche del suolo e del sottosuolo necessarie, grazie alla collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), i tecnici del dipartimento SIMU e la Protezione Civile, che hanno dimostrato la totale inutilità dell’interdizione dell’area, la rete è stata finalmente rimossa", ha spiegato l'assessore al Verde del V municipio, Dario Pulcini.

Era stata recintata circa vent’anni fa quando, dopo alcuni lavori effettuati nel parco per il progetto ‘100 piazze’ aveva mostrato segni di cedimento. E così è rimasta. Anche se non ce n'era motivo.

Per l'assessore di tratta di una "vittoria sull’abbandono e la mala gestione degli spazi verdi pubblici delle precedenti amministrazioni sul nostro territorio", il commento. "Quando arrivai in Municipio nel 2017 il parco Sangalli era uno dei più degradati di Roma: negli ultimi anni è diventato un modello virtuoso con il contributo dei cittadini volontari del Parco Sangalli Comitato Spontaneo Acquedotto Alessandrino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia è stata commentata anche dal comitato: "C’è un intera generazione che in 15 anni non ha mai potuto godere di ben 400 metri quadrati di parco, un area verde rimasta prigioniera all’ interno di una triste rete metallica ma soprattutto e ancor più grave è rimasta prigioniera dell’ inerzia e del menefreghismo delle passate giunte municipali e purtroppo anche da un sentimento di arrendevolezza dei cittadini residenti, associazioni e via discorrendo. Senza timore alcuno di essere smentiti e con un po’ di presunzione ci sentiamo di scrivere che se non fosse stato per noi la rete sarebbe rimasta li per chissà quanto tempo ancora". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento