PignetoToday

Zigo Zago alla Pisacane, scontro sulle aule. V municipio: "Scelta adatta". I genitori: "Così la scuola è inaccessibile ai disabili"

Boccuzzi a Romatoday: "Dopo l'asilo, metteremo le stanze a bando". I genitori: "Non decide il presidente ma il consiglio di istituto"

La scuola Carlo Pisacane (ANSA/ANGELO CARCONI)

Da confronto tecnico in commissione Trasparenza sul trasferimento dell'asilo Zigo Zago a scontro tra istituzioni e genitori, nel quale, al fianco del V municipio è sceso in campo anche il Campidoglio. Dopo le perplessità sollevate ieri dai genitori della scuola Pisacane di Tor Pignattara, la presidenza del V municipio ha diramato una nota con la quale ha confermato la propria decisione: “L’istituto Carlo Pisacane è la struttura più adatta a ospitare temporaneamente l’asilo Zigo Zago, limitando al minimo l’impatto su bambini e famiglie e garantendo a tutti il diritto di frequentare nido e scuola”. Nessun dubbio, tanto che la nota partita dagli uffici del minisindaco viene rilanciata anche dal Campidoglio

“Abbiamo effettuato un sopralluogo per accertarci della bontà di questa soluzione e abbiamo verificato che occorrono soltanto piccoli e fattibilissimi interventi di adeguamento", continua la nota. "Vogliamo quindi rassicurare tutti i genitori sul fatto che questo trasferimento non creerà particolari disagi e disservizi agli alunni, compresi quelli con disabilità". 

La vicenda

Come riportato ieri da Romatoday, l’asilo Zigo Zago di via Casilina 711 è stato dichiarato inagibile dai vigili del fuoco dopo la scossa di terremoto del giugno scorso. Il V municipio ha deciso di trasferire le attività nelle stanze al pian terreno della scuola di via dell’Acqua Bullicante concedendo l’ingresso di via Policastro, l’unico con la possibilità di accesso per persone con disabilità motoria. Da qui la preoccupazione dei genitori che hanno fatto notare come la scuola, senza possibilità di accesso ai disabili diventerebbe “fuori legge e a rischio chiusura immediata”. Il tutto con una scuola, la Giulio Cesare, recentemente ristrutturata per la fascia 0-3 o comunque con la presenza al primo piano della stessa Pisacane di stanze adeguate ad ospitare l’asilo nido. Il presidente Giovanni Boccuzzi ha spiegato a Romatoday che l’intervento “avrà costi contenuti” (ancora non è stato comunicato un preventivo) e che la decisione non comporterà alcun disagio ai bambini che frequentano la Pisacane. 

La precisazione di Boccuzzi

In particolare, con una precisazione ulteriore comunicata a Romatoday Boccuzzi ha spiegato: “Ribadisco che non ci sarà alcun problema per eventuali alunni disabili che potranno continuare ad utilizzare la rampa. Preciso inoltre che le stanze che abbiamo deciso di usare vengono tolte a delle associazioni che hanno l’assegnazione scaduta. In ogni caso di fronte a una necessità di questa importanza non possiamo non usufruire di queste stanze. Non appena questa necessità cesserà quegli spazi verranno rimessi a bando”. 

La reazione dei genitori

Le parole del presidente hanno sollevato indignazione da parte dei genitori che si sono detti “esterrefatti di fronte alle precisazioni del presidente Boccuzzi, dalle quali con dispiacere si deduce chiaramente che il presidente non conosce la scuola di cui parla”. In primis per la questione dell’accesso alle persone con disabilità motoria: “Il problema non è far entrare nell'edificio scolastico ma garantire la possibilità di classi a pian terreno in caso di necessità, come già avvenuto in questi ultimi anni. La scuola Pisacane senza il piano terra di pertinenza è una scuola che non accoglie le disabilità”. 

In quanto alla messa a bando delle stanze, invece, continuano i genitori: il presidente “dai termini che usa, ignora anche l'autonomia di gestione scolastica degli istituti comprensivi. Quegli spazi sono della scuola e non possono essere messe a bando dal municipio. Le associazioni hanno avuto in gestione quegli spazi dal consiglio di istituto e per attività che si svolgono nel pomeriggio e mai durante l’orario scolastico. Ci rammarica inoltre sottolineare che nessuna delle associazioni presenti ha lamentato il fatto di perdere lo spazio. Per la scuola Pisacane l’asilo Zigo Zago, se collocato al primo piano, è il benvenuto”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento