PignetoToday

Collatino, ripulito l'ex deposito di via Valente: "Al lavoro per ospitare eventi culturali e mercatini"

L'area è ancora sotto sequestro. Ad annunciarlo l'assessore all'Ambiente del V municipio

Era balzata agli onori della cronaca per essere diventata una vera e propria discarica a cielo aperto, con rifiuti sparsi e carcasse di auto bruciate. Oggi l'area dell'ex deposito giudiziario di viale Giovanni Battista Valente è stata ripulita e l'amministrazione municipale sta pensando a una possibile destinazione pubblica. Non solo. Dopo che nell'ultimo anno sono stati messi in campo diversi interventi, dalla pulizia del verde alla rimozione di veicoli e rifiuti, il reparto tutela ambientale della Polizia Locale ha posto sotto sequestro l’area per sbloccare lo sversamento illecito di materiali.

Ad annunciarlo con una nota stampa è l'assessore all'Ambiente del V municipio, Dario Pulcini: “Dobbiamo ancora completare l’opera, ma è bene ricordare da dove siamo partiti e quanto, quindi, avevamo trovato. Tutto questo lavoro ci è costato tanta fatica: montagne di rifiuti abbandonati (rimossi con ben 3 interventi extra Tari quindi straordinari effettuati con Ama), 50 veicoli presso l’ex depositeria (diverse dalle automobili posizionate nell’area dalla Polizia Locale) lasciati e quindi soggetti ad atti di vandalismo. Tutto questo rappresentava un rischio concreto per i cittadini dato che si potevano verificare anche incendi dolosi e ad alto rischio inquinamento”, ha affermato.

Non solo problemi di natura ambientale. “All’interno dell’area”, ha continuato Pulcini “vi era un piccolo immobile al quale hanno dato fuoco l’anno scorso” all’interno del quale “abbiamo trovato anche delle persone che vi abitavano e che versavano in condizioni di profondo disagio socio economico. Per questo motivo abbiamo dovuto realizzare anche un attento e sensibile lavoro con gli assistenti sociali”.

Nella zona, ha continuato Pulcini, “lo scempio è durato per anni e quindi i cittadini hanno dovuto vedere un’area abbandonata per troppo tempo. Grazie al nostro lavoro, svolto a testa bassa, siamo riusciti a risolvere il problema eliminando il profondo degrado e iniziando a restituire decoro e pulizia all’aria. Al momento l’ex depositeria è posta ancora sotto sequestro, stiamo aspettando la risposta dalla magistratura, ma non ci fermeremo qui”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi l’annuncio: “Sto lavorando con la giunta municipale e i consiglieri con l’intenzione di voler riqualificare totalmente l’area rendendola anche adatta e idonea per eventi e iniziative culturali o ad uso di mercati contadini. Stiamo ancora elaborando una strategia che applicheremo quando l’area sarà di nuovo aperta ad uso pubblico. In attesa di un ulteriore progetto rivolto alla cittadinanza ci tengo a ribadire che finalmente abbiamo ripristinato, oltre il decoro, anche la sicurezza”.     
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

  • Fuggire da Roma nel weekend: 5 proposte per una gita fuori porta

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono venti in totale nel Lazio. I dati Asl del 7 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento