PignetoToday

Storie della nuova Torpigna: Sofia, la bimba cinese che cura il verde e conquista il quartiere

Tutte le sere alle 19 va a innaffiare la sua aiuola. Dà l'acqua alle piante e si prende cura del suo piccolo fazzoletto di verde. Il Cdq: "La sintesi di tutto quello che noi stiamo cercando faticosamente di costruire in questo quartiere"

Si chiama Sofia, ha cinque anni, gli occhi a mandorla e una frangetta nerissima, si prende cura di un piccolo fazzoletto di verde del suo quartiere: Torpignattara. E' di orgini cinesi, ma qui è nata e cresciuta. Ogni sera, accompagnata dal padre, arriva all’aiuola della Marranella. La sua aiuola. 

La esplora ogni giorno palmo palmo. Va a trovare le formiche che hanno fatto lì la loro casetta sotterranea. Guarda se i frutti del piccolo ulivo sono cresciute. Contempla le rose. Controlla il pero. Poi, risoluta, chiede la pompa dell’acqua ed aiutata da Renato, un volontario del Comitato di Quartiere, inizia ad innaffiare. Prima il pero, poi le rose, poi l’ulivo, infine l’erba. Certosina e paziente. Qualche volta l’aiuta il suo amichetto bengalese Karim ma è lei quella che “comanda”. Si è autoproclamata “responsabile” dell’aiuola, per gioco s’intende, ma fra un sorriso e un saltello prende sul serio il suo compito. E va via solo quando Renato gli dice che può farlo.

"Questo piccolo miracolo - raccontano dal Cdq - si compie ogni giorno. È la meraviglia a cui tutti assistono in queste sere di fine agosto. I bangladesi, i senegalesi, gli italiani, i peruviani che la sera decidono di incontrarsi attorno a quel triangolino, per 10-15 minuti smettono di parlare per vedere questo piccolo spettacolo di innocenza e bellezza. I sorrisi si stampano in automatico. Il tempo si sospende fino a quando Sofia non saluta con la manina e, sempre accompagnata dal padre, ritorna da dove è venuta: un piccolo negozio di casalinghi su Via dell’Acqua Bullicante".

Un piccolo episodio che sintetizza perfettamente "quello che noi stiamo cercando faticosamente di costruire in questo quartiere: la riscoperta della bellezza quotidiana celata dalla polvere e dal degrado, la riconquista degli spazi marginalizzati dalla comunità, la promozione del dialogo interculturale, la ricerca ostinata di un centro di gravità permanente nel caos di questo popoloso quartiere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sofia rappresenta la nuova generazione del quartiere, quella che non conosce la parola “razzismo”, quella che – giorno dopo giorno silenziosamente – sta creando il tessuto connettivo fra italiani e non italiani svolgendo il ruolo di mediatore culturale e linguistico, quella che ha voglia di partecipare ad ogni cosa, quella che si mette al petto con orgoglio la spilla I LOVE TORPIGNA, quella per cui l’aiuola della Marranella non è solo un aiuola ma un gioiello prezioso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Miss Roma 2020: in 15 per l'ambita corona. Domenica la premiazione a Frascati

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento